Tra Il bambino indaco e L’Affare Kurilov ho cercato di mettere tra parentesi il mio malumore di questi giorni e a tratti mi è sembrato di riuscirci. In questo momento scrivo a partire da un  nodo stretto  all’altezza dello stomaco. So che cos’è. E’ che bisogna imparare a seppellire i propri morti ed io non ho ancora imparato.

“April is the cruellest month, breeding

Lilacs out of the dead land, mixing

Memory and desire, stirring

Dull roots with spring rain.

The Burial of the Dead (T. S. Eliot)

Info meteo: c’è ancora un po’ di vento ma la primavera è a un passo ed anche aprile.

Annunci